Come si misura la forza. In puzzle e pezzi?

Come si misura la forza
Me lo chiedo spesso. E mi sono convinta che ci sia un fraintendimento di base.
Spesso si tende a misurare la forza/debolezza di qualcuno nella interazione con gli altri.
Io sono una persona accomodante, spesso silenziosa, a tratti timida.
Preservo la gentilezza e odio le prevaricazioni, questo fa di me una persona debole come spesso mi percepiscono gli altri?
Appaio esile, non solo fisicamente, ma essere accomodanti è sempre una scelta, io scelgo di non essere aggressiva, potrei esserlo, ne sono capace, le parole possono essere l'aggressione più feroce, a me riesce anche molto bene, scelgo di non esserlo, perché non mi piace.  Preferisco lo sforzo di  capire come interagire con chi hai di fronte, creare l'empatia.  Sicuramente ottengo meno di quanto vorrei ma non mi sento meno forte.
La forza credo abbia poco a che fare con gli altri ma penso sia soprattutto un braccio di ferro con se stessi.
Tirarsi fuori da un momento di passaggio credo sia la vera prova di forza.
Mi soprende sempre quando qualcuno mi dice con stupore " ma come hai fatto ?"
Come se l'essere esile sia sinomino di debolezza invalicabile.
La forza si misura nel modo in cui attraversi il momento in cui tutto non è più come prima, la forza si misura nei pezzi che riesci a raccogliere e nel modo in cui li rimetti insieme.
I pezzi di solito non combaciano mai, ma non sempre si capisce subito.
All'inizio, istintivamente, si corre a prendere la colla, per riunirli proprio come prima, perché rimettere tutto a posto ti fa sentire meglio, dalla parte giusta, forse anche più forte.
Altre volte decidi quali pezzi vuoi tenere e quali no, ma qualcosa, inevitabilmente, mancherà sempre.
Capita di decidere di non tenere nessun pezzo, costruisci un puzzle a tavolino, quasi per reazione. Non funziona, è come voler fare il puzzle di un elefante con i pezzi di una coccinella.
Ma se il puzzle è cambiato, trovare un nuovo incastro, il vero incastro, è la prova di forza più impegnativa che ti possa capitare. Accettare il nuovo incastro può  essere un processo lungo, a volte soprendente, ma sono sicura che ti renda più forte.
Come si misura la forza? Ancora non lo so, ma per fare un puzzle ce ne vuole tanta insieme a molta pazienza.






Nessun commento:

Posta un commento