La vacanza low-cost con bambini

Quando la famiglia cresce può diventare complicato organizzare una vacanza, le esigenze si ampliano proporzionalmente al numero dei componenti ma soprattutto lievitano i costi a dismisura.
Dopo una serie di preventivi, decisamente esosi, abbiamo rinunciato alle vacanze all inclusive e abbiamo sperimentato una formula di vacanza, probabilmente la più antica, affittare una casa vacanza.
Niente di nuovo, direte voi. Verissimo. Ma io ho spesso opposto resistenza a questa formula per il timore di faticare anche in vacanza dovendo badare alla casa ed ai bambini. Tuttavia le tante risorse presenti in Rete aiutano ad ottimizzare al massimo la ricerca ed hanno contribuito a farmi cambiare idea. 
Ecco dieci semplici consigli per viaggiare con bimbi al seguito, risparmiando:
  1. Proporre l'idea di viaggio a tre/quattro famiglie con bambini di età omogenea. Non spaventatevi del fatto di essere numerosi. Un numero di famiglie pari, o superiore, a tre permetterà di scegliere un alloggio con spazi molto ampi, tali  da garantire, ad ogni famiglia, la propria privacy e tranquillità ma allo stesso tempo di godere della compagnia negli spazi comuni attrezzati al meglio.
  2. Scegliere, se possibile, un periodo di bassa stagione e  definire  la tipologia di vacanza (mare, montagna, campagna). Lasciare, quindi, che la scelta della destinazione sia guidata dalla presenza di offerte vantaggiose. Su portali come Easy Viaggio si possono trovare prodotti turistici per tutti i gusti, tutti l’anno e spendendo il meno possibile.
  3. Quando si vola low cost il numero dei bagagli incide non poco sul costo totale. Un altro vantaggio di condivere le vacanze con altre famiglie con bambini è quello di poter condividere i tanti accessori necessari per i più piccoli e ottimizzare così spazi e costi.
  4. Una volta scelta la destinazione, preferibilmente tra quelle meno turistiche, si potranno sfruttare i vantaggi delle condivisione delle spese per cercare una sistemazione con tutti i comfort senza spendere troppo. Grazie ai motori di ricerca dedicati, come quello di Easy Viaggio, si trovano sempre più spesso sistemazioni molto curate, anche nei più piccoli dettagli, pronte ad accogliere le esigenze di grandi e piccoli.
  5. L'ideale  è cercare una sistemazione con un ampio giardino che permetta ai bambini di giocare liberamente. I bimbi insieme non hanno bisogno di altro che di compagnia e di spazio a disposizione, meno giocattoli ci saranno in giro meno oggetti diventerrano motivo di contesa.
  6. Non escludete, a priori, la possibilità di trovare anche un alloggio con piscina, quando si cercano case vacanze molto ampie si trovano spesso soluzioni in cui la disponibilità di una piscina è molto più accessibile di quanto si  pensi.
  7. Qualora si abbia la necessità di effettuare spostamenti in macchina, il car-sharing tra famiglie abbatterà sostanzialmente i costi.
  8. Mangiare per lo più in casa.Cucinare in compagnia, magari alternandosi, non sarà di gran peso a nessuno.
  9. Se proprio non si vuole  rinunciare ad una comodità aggiuntiva si può valutare anche la condivisione delle spese per una pulizia sporadica.
  10. Rilassarsi, stare insieme a persone che ci si è scelti. Inoltre la presenza di tanti adulti permetterà ogni tanto di staccare gli occhi dalla prole perchè ci sarà sempre almeno un adulto a vigilare. Ci si potrà ritagliare dei momenti piacevoli anche con qualcuno che sia più alto di un metro.
In sintesi  una piacevole e numerosa compagnia per dividere tempo e spese. Il risultato? Una bella   vacanza sia per grandi che per piccini spendendo molto meno.

1 commento:

  1. Ciao, ti ho nominata nella classifica Top of the post del blog MAM (Mamma Aiuta Mamma)
    http://mammaaiutamamma2014.blogspot.it/2014/08/top-of-post-11-agosto-2014.html

    :-)

    RispondiElimina