Viaggiare senza figli si può? Si, perché No!

Abbiamo fatto un mini-viaggio senza figli, erano ormai quasi sei anni che un evento del genere non si verificava, quattro giorni, da soli, in una capitale europea, Budapest.
Quando pianifichi una fuga del genere, il minimo che possa accadere è che la più piccola di casa manifesti  una malattia esantematica a due giorni dalla partenza.
Valanghe di dubbi e perplessità. Partiamo lo stesso oppure annulliamo  tutto? E se poi succede qualcosa, le fantomatiche "complicazioni"?
Siamo partiti lo stesso, alla fine il senso di colpa è andato scemando man mano che da casa arrivavano notizie tranquillizzanti, lasciando spazio al benessere di viaggiare senza figli piccoli.
Perché, sì, è davvero bella la teoria, chi non sarebbe d'accordo con l'abituare subito i bimbi a viaggiare? Qualcuno obietterebbe mai all'affermazione: i viaggi arricchiscono tutta la famiglia?
Non fa una piega, però, diciamolo, che fatica! 
Ci ricordavamo che viaggiare da soli fosse più semplice ma avevamo dimenticato il piacere di:
non puntare la sveglia due ore prima della colazione
uscire senza dover portarsi dietro il mondo
uscire senza avere la benchè minima idea di quando e dove pranzare/cenare
camminare per ore senza spingere neanche un passeggino
impiegare anche venti minuti per scattare una foto (qualcosa del tipo: aspetta che allungo un po' il tempo, aspetta che voglio sfocare lo sfondo ma il diaframma sarà troppo chiuso?)
scattare foto in modalità incontenibile (a proposito le avete viste? Eccole)
entrare in ogni negozietto di antiquariato ed antichità 
tre serate di seguito libere, ho detto tre. Il che vuol dire: cenare al ristorante senza alzarsi mai se non per lavarsi le mani,  scegliere di concedersi una passeggiata nottura e poi, una birretta in giro in uno dei tanti  ruin pubs di Budapest.Perché no!
Se siete lì a chiedervi, li lascio oppure no?
Io dico solo che l'effetto benefico di una vacanza senza figli non si limita ai  tre giorni di viaggio, il benessere è tale che si protrae anche a casa ed il bello è che ne beneficiano anche loro.
Vi siete mai concessi una fuga?
Pensateci








6 commenti:

  1. hai proprio ragione! io me ne concedo una l'anno e la prossima è ormai vicinissima;-))

    RispondiElimina
  2. È vero! Per noi è una iniezione di energia nuova che dura anche al ritorno!

    RispondiElimina
  3. Ecco si ultimamente sto meditando pure io una fuga con marito. Cominceremo per ora con una serata. Si vero anche io amo viaggiare con i figli però in effetti..mi hai fatto venire voglia sai?

    RispondiElimina
  4. non potrei essere più d'accordo... hai fatto non bene, di più...

    RispondiElimina
  5. non ci è ancora successo.... ad aver la possibilità a dire il vero, ci farei un pensierino...

    RispondiElimina