Frida Kahlo a Roma con Laboratorio Bambini #FridaRoma

Io amo Frida Kahlo, un dato di fatto facilmente intuibile anche solo dal titolo del Blog. Non ricordo con precisione come e quando è nata questa passione ma un bel po' di tempo fa mi sono imbattuta nella lettura della sua vita  e ne sono rimasta impigliata dentro, mi sono appassionata prima alla donna, poi alla sua vita e poi inevitabilmente alla sua arte.
Frida ora è arrivata a Roma e la ospita una delle mie cornici preferite, le Scuderie del  Quirinale.
Quando Anna mi ha proposto una visita con annesso laboratorio per bambini ho accettato senza nemmeno aspettare di battere le ciglia.
Ma andiamo per ordine: il Laboratorio era dedicato a bambini più grandi (7-11 anni), ci hanno permesso di provare lo stesso sebbene consapevoli che per la più piccola potesse  risultare più difficile da seguire.
Siamo entrati in una grande sala dove nulla è stato lasciato al caso: dalle pareti altissime e candide che facevano da sfondo a delle bellissime immagini di Frida che sembravano tratteggiate a matita.
 

Giusto lì accanto un enorme tavolo in ferro che ospitava in modo colorato alcune delle parole di Frida

Quando? Per quanto tempo ero stata con 'lei'? non so. Forse un secondo o migliaia di anni… Ero felice. Cancellavo la 'porta' con la mano e 'spariva'. Correvo con il mio segreto e la mia allegria 




Una volta riposti i cappotti in grandi cesti di plastica trasparente, la guida  ha raccolti accanto a sé i bambini ed ha cominciato a raccontare loro parte della vita di Frida. Compito di per sé già abbastanza arduo ma non impossibile.
Sono poi partiti alla volta della mostra, non si sono soffermati su ogni singolo quadro ma ad ogni passaggio i bambini sono stati coinvolti nella storia, stimolati ad identificare dettagli, simboli, e ad esprimere i loro pareri.
Mi ha fatto spesso sorridere come le bambine abbiano spesso sottolineato la non bellezza di Frida, finendo per esclamare: ecco qui sì che è bella!


La guida ha dato loro una spiegazione: questo è stato il primo autoritratto che Frida ha fatto di se stessa e l'intento era quello di riconquistare il suo primo fidanzato Alejandro. 
Frida chiese a lui di mantenere il quadro ad altezza degli occhi in modo che  lui potesse pensare a lei ogni volta che ne incontrasse lo sguardo. Alejandro mantenne la promessa e questo quadro rimase in quella posizione finché fu in vita.
La visita è continuata piacevole e ricca di aneddoti e curiosità, enfatizzando i colori, i vestiti tradizionali messicani, evidenziando i continui contrasti/confronti tra il giorno e la notte, il Messico e gli Stati Uniti. L'attenzione dei bambini non è mai calata (fatta eccezione per la mia treenne che ogni tanto mi ha costretto a rapide rincorse il più silenziose possibile).
Ammetto che ogni tanto mi sono distratta per dare un'occhiata al resto della mostra e alle foto altrettanto strepitose, in gran parte scattare da Nickolas Muray.
Ma il bello di una bella mostra è che spesso ti rimane addosso per un po'. Le curiosità e tanti piccoli dettagli spesso riemergono a giorni di distanza. Nei giorni successivi alla nostra serata speciale, grazie alla complicità del bottino con cui sono uscita dalla libreria del museo, dei gadget e dai meravigliosi Disegni che ci hanno lasciato al Laboratorio. Frida è ancora presente nelle  nostre giornate.



 Quindi io oggi Frida la amo un pezzetto in più, non  detto che non ci torni.

#FridaRoma continuerà fino ad Agosto 2014 alle Scuderie del Quirinale mentre i laboratori per i bambini/ragazzi ci sono tutte le domeniche dalle 16.00 alle 18.00. Una bella opportunità per i bimbi di avvicinarsi al mondo di Frida che lascia a sua volta l'occasione ai genitori di godere della mostra in tranquillità.

Voi ce l'avete una mostra che aspettate con ansia? Ce li porteresti i bimbi?
domenica 16.00 > 18.00
domenica 16.00 > 18.00
domenica 16.00 > 18.00







15 commenti:

  1. quando il mese scorso stavamo decidendo la meta per la nostra minivacanza di primavera eravamo indecisi tra londra, berlino e roma.
    quando poi ho saputo della mostra non ho più avuto dubbi...e roma sia!
    però i miei sono davvero troppo piccoli per il laboratorio (due e tre anni e mezzo), vorrà dire che ci penseremo noi a far loro da cicerone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Shaula vedrai non te ne pentirai :))

      Elimina
  2. non vedo l'ora di vedere questa! e anche giacometti! e salgado a venezia... ma Frida non me la perdo proprio! ti è arrivata la mia mail? bacio

    RispondiElimina
  3. Io la mostra che aspettavo con ansia è proprio questa di Frida!! Parto dall'Abruzzo appositamente sabato.... Un abbraccio felice....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia
      allora l'hai vista? Raccontami se è piaciuta anche a te

      Elimina
  4. Partirò da Lecce per vedere questa mostra che aspettavo da tanto... non vedo l'ora, è la mia pittrice preferita!

    RispondiElimina
  5. che bella!! Dove trovo le informazioni sui laboratori di Anna? Voglio andare anche io accompagnata da lei!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fede, non è direttamente Anna a fare i Laboratori, se vai sul sito delle Scuderie ci sono orari e modalità ma comunque lo sconsigliano ai bambini sotto i 7 anni :(

      Elimina
  6. Vista, bella davvero, che donna! Vorremmo tornarci, ma come possiamo coinvolgere un piccolo di tre anni e mezzo? Nessun laboratorio adatto alla sua età? Petra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo No, il laboratorio è pensato per i bimbi più grandi ed effettivamente per la mia piccola non è stato facile seguire

      Elimina
  7. Non posso perdermi questa mostra. Ho visto esposte le opere di Frida a Milano nel 2004 e l'anno precedente ero stata a visitare la Casa Azul in Messico. Amo questa donna, amo le sue opere e la forza con cui ha vissuto. Mi sono trovata in questo blog per caso e ti faccio i miei complimenti!

    RispondiElimina
  8. GIà tutto organizzato, andrò a vedere la mostra di Frida fine maggio!!!
    "perchè voglio i piedi se ho le ali per volare"

    RispondiElimina
  9. a Roma ho dovuto scegliere, mi dspiacedi non essere riuscita a vederla, ma non è escluso che prima di luglio tornerò... Ho scelto invece il Caravaggio, e qanto o amo adesso non si sa...

    RispondiElimina