Sulle tracce di Van gogh ad Arles [Sud della Francia]

Siamo andati ad Arles sulle orme di Van Gogh.
Vi avevo già raccontato qui di come P.grande ed io condividiamo l'amore per Van Gogh, lei è rimasta folgorata dalla Notte Stellata quando era piccina e adesso spesso leggiamo il libro La cameretta di Van Gogh.
Nel libro, Vincent (come lo chiamiamo affettuosamente io e P.Grande) vive in Provenza ed aspetta il suo amico Paul Gauguin per poter dipingere insieme. Tra le pagine del libro viene raffigurato il dipinto che ritrae la  camera di Van Gogh nella sua casa gialla di Arles, inoltre viene indicata la posizione di Arles sulla Cartina della Francia, ovvero a due passi da noi.
Non potevamo certo esimerci e un pomeriggio di Maggio ci siamo messi sulle orme di Van Gogh.

Purtroppo a place Lamartine non c'è più traccia della Casa Gialla, non è poi così facile riconoscere nella  place du Forum il luogo del Le café le soir, ma soprattutto non sono riuscita ad individuare le quai du Rhône per La nuit étoilée. Probabilmente Arles meriterebbe anche una visita serale.
Abbiamo però goduto dei colori e della tranquillità dell’espace Van-Gogh  ovvero le jardin de la maison de santé.

La luce e i colori che si incontrano su e giù per le stradine di questa cittadina fanno ben comprendere perché Van Gogh l'avesse scelta per viverci e per dipingere.
Ma Arles non è solo Van Gogh, val davvero la pena visitarla perché il centro storico è bello e decisamente ricco di storia.
Merita una visita l'antico teatro romano dove ho assistito ad una lezione di teatro da parte di un'insegnante  illuminata, che ha coinvolto la classe di adolescenti con costumi da antichi romani e con scene divertenti di un'epoca lontana.
Anche l'Arena ha il suo fascino, forse un po' meno per chi come noi è abituato al Colosseo ma per i bambini c'è la possibilità di fare una visita con tanto di Gladiatore, scudi e spade.

 
Se avete in programma un viaggio nel Sud della Francia, Arles vale la pena di essere inserita nel programma, si trova in una posizone strategica tra Camargue e Provenza e rientra tra le città, insieme a Marsiglia, considerate capitale della cultura per il 2013.




5 commenti:

  1. Che bello leggere questo post!
    E" da un paio di settimane che passo in rassegna tutti i paesini della provenza e della camargue per organizzare le nostre vacanze estive, e forse ci siamo! Stiamo progettando di prendere una casa verso Lavandou/Cavaliere per due settimane e poi farci un po' di km in giro, bimbi permettendo. Evviva!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma vieni ad Agosto, vero? Peccato che quando tu sarai a due passi da qui io probabilmente sarò in viaggio verso l'Italia :(

      Elimina
  2. bellissima gita.. brava! Anche a noi piace molto Van Gogh! Prima o poi una capatina la facciamo!

    RispondiElimina
  3. E' il nostro viaggio di quest'estate!

    RispondiElimina
  4. Da Arlesiana adottiva non posso che confermare (anche se meriti una visita serale! :-))
    Sono arrivata qui da Instagram e scopro che siamo (quasi) vicine!

    A presto!

    Marta

    RispondiElimina