52weeksproject. L'obiettivo era il buonumore, riparto da una ghirlanda.

Oggi per la prima volta ho davvero realizzato che manca pochissimo al rientro in Italia.

In fondo questo Giugno è l'ultimo mese che vivrò qui prima di immergermi nel delirio: finedellascuola/scatolonidariempire/babysitterchemilascia/trasloco.
Tutti mi chiedono se mi dispiace partire. E tutte le volte la risposta è sì, mi dispiace, mi sarebbe piaciuto rimanere.
Oggi camminavo da sola e me la guardavo la mia Montpellier, ma la guardavo  con lo sguardo languido di chi sa che deve approfittare degli ultimi momenti di un appuntamento clandestino. Mi sono chiesta perché mi pesa tanto lasciare questo posto, al di là dell'indubbia qualità della vita di cui godo qui in Francia, questa parentesi francese mi ha dato tanto.
Sono arrivata qui dopo tre anni in cui la vita da mamma mi aveva  inevitabilmente fagocitata, il mio mondo aveva girato a lungo tutto intorno alle mie papole.
Una volta arrivata in terra francese ho dovuto cercare stimoli per sopravvivere a quel tipo di isolamento che ti accompagna quando arrivi in un paese di cui non conosci nè lingua nè abitudini.
Ho cercato stimoli ed interessi. Mi sono messa alla ricerca, ho trovato tanto, piccoli pezzi che sono andati a formare un equilibrio nuovo anche se a volte a discapito di altri. Quando ti dedichi a te l'ombra dell'egoismo ti insegue ma se non si perde di vista l'obiettivo dell'equilibrio si va avanti. Montpellier oggi mi ha restituito una nuova me che è sempre mamma delle sue papole ma forse anche  qualcosa in più.
Un cambiamento che mi porterò in valigia fino a Roma affinchè questo rientro non diventi un passo indietro.

Oggi dopo un mese voglio riprendere il mio 52 weeksproject (che a questo punto dovrei chiamare 52weeks meno quattro).



Non so se si possa parlare propriamente di Buonumore ma mi sento un po' così, una bandierina gialla con un buco al centro che cerca di centrare il sole che si nasconde dietro gli alberi.
ps. giuro che la pianto di parlare di cambiamento ed equilibrio, giuro.
ps. e poi sembra finalmente arrivata l'estate.
Come state messi a buonumore?

14 commenti:

  1. hi hi hi, com'è divertente questo week project! Tornare a casa dove aver fatto 'il giro lungo', come lo chiamano gli antropologi, porta con sè sempre tante sorprese... In bocca al lupo!
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io potrei tenere un corso sul giro lungo ;) grazie Paola

      Elimina
  2. Io penso che è normale che ti dispiaccia, però la cosa positiva è avere fatto questa esperienza no? E poi vuoi mettere i caffè che ci potremo prendere?

    RispondiElimina
  3. Non sapevo che rientraste in Italia..
    Mi sentivo anch'io così quando mio marito mi disse che saremmo rientrati dalla Cina. Non mi aspettavo le lacrime che invece sono apparse subito nei miei occhi. Poi invece ho fatto prestissimo a riabituarmi alle cose belle dell'Italia e quando dopo 4 anni siamo ripartiti per la Thailandia è stata di nuovo dura lasciare il nostro paese. La verità è che ogni luogo dove viviamo ci entra un po' dentro il cuore e ne diventa una parte ed ogni volta che si lascia un luogo è come se ci strappassero quel pezzetto. Ma quel pezzo farà sempre parte di noi perché ha contribuito anch'esso a farci diventare la persona che siamo oggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero pezzetti preziosi ed indispensabili

      Elimina
  4. Oddio Bianca tornate davvero??.... Conosco quella sensazione. Per la verità mi piacerebbe provarla di nuovo, anche solo per il gusto di tornare ad affezionarmi alla mia Italia di cui mi sto disamorando sempre più.
    Certo è che vi porterete dietro un gran bel bagaglio. Allora bonne chance (giusto?), soprattutto per il trasloco...
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GRazie Silvia e che la dea del trasloco mi assista ;)

      Elimina
  5. Ma tornate tornate?!?!
    Deve essere una cosa non semplice, soprattutto poi vedendo dal di fuori come è ridotto questo nostro paese...
    Cerca di portarti dietro le cose belle di questa esperienza e di guardare a quello che di bello ti aspetta...
    Il segreto è sempre lì: guardare il bicchiere mezzo pieno, o come dici tu, centrare il sole da quel buchino...
    In bocca al lupo per tutto!

    La mia estate sta per cominciare, nonostante il tempo...
    Tra meno di un mese sarò al mare, in Sicilia e spero tanto che lì sia davvero estate!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il bicchiere mezzo pieno deve essere un mantra!
      Crepi il lupo e Grazie mille
      Buona vacanza per te

      Elimina
  6. E comunque il fatto che torni a Roma mi fa piacere perché prima o poi potremo averti ad uno dei raduni delle blogger romane..! ^_^

    RispondiElimina