52weeksproject: Buonumore e un Ricordo.

Sono in ritardo di una foto per il 52weeksproject quindi questa settimana raddoppio.
Il motivo di buonumore è legato ad un ricordo.
I ricordi sono sollecitati dalle cose più disparate: una canzone, un profumo, un luogo, in questo caso si tratta di un oggetto.



Per me la macchina da scrivere è un oggetto legato alla mia infanzia e al mio amato nonno.
Dei miei lunghi pomerggi trascorsi con lui ne avevo già parlato qui, quella volta in cui il suo ricordo era stato evocato da un esercizio a scuola di francese.
Ma i ricordi vanno e vengono e alla vista di questo oggetto affascinante si è riaffacciato tra i pensieri e mi ha regalato un sorriso.
Lui era un uomo dotato di intelligenza, creatività, caparbietà e coraggio fuori dal comune.
Amava studiare e aveva deciso di laurearsi pur avendo già una famiglia ed un lavoro, studiando la sera,  ricopiando a mano i libri dei suoi colleghi di università. Ma la sue passioni non si esaurivano con lo studio, amava la matematica e la scrittura. Quest'ultima passione l'avevaspinto a diventare giornalista perché lui scriveva, scriveva, scriveva con quella macchina da scrivere grigio/azzurra che ho imparato ad usare prima ancora di imparare a scrivere, il cui ticchettio fa parte di quei suoni che mi rimarrano impressi per sempre, come il gesto di sbloccare le lettere incastrate, il nastro rosso e blu e la soddisfazione di tirare la levetta per andare a capo.

Ho sempre rimpianto di non aver ereditato i suoi incredibili occhi verdi, probabilmente ho eriditato la sua passione e vorrei che quella macchina da scrivere fosse conservata  da qualche parte e non solo nei miei ricordi. Soprattutto vorrei un pizzico del suo talento, del suo coraggio e della sua autostima per trasformare una passione in lavoro.
In tanto che rimugino,  mi godo il benessere che mi ha regalato il suo ricordo.
Buon week end

7 commenti:

  1. io ricordo mia mamma, quando la usava per ore, quando diceva che era la migliore invenzione del mondo e quando uscirono i primi computer casalinghi vi si oppose per principio, perchè la sua cara compagna di scrittura non se lo meritava...
    (adesso smanetta con il pc tutto il giorno, per fortuna si sa anche cambiare visione delle cose!)

    RispondiElimina
  2. Anche io ho dei particolati ricordi legati alla macchina da scrivere, ma sono legati a mia madre e non a mio nonno. Ne ho però molti altri che, come il tuo in questo post, considero davvero preziosi.

    RispondiElimina
  3. Il talento di certo non ti manca, sull'autostima ci pupi lavorare e il coraggio arriverà di conseguenza.
    Un bacio e buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'incoraggiamemto, vero carburante per l'auto stima ;)

      Elimina
  4. Anche io ho una macchina da scrivere nelle mie nostalgie :*

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte di essere passate e di aver lasciato un pensiero :)

    RispondiElimina
  6. hai ragione, è una bellissima coincidenza <3

    RispondiElimina