Montpellier. ZAT. Les Arceaux. Domenica Pomeriggio.

Domenica è stata una bella giornata di sole e ho potuto rinnovare il mio appuntamento con lo ZAT ovvero Zones Artistiques Temporaire, una manifestazione che si svolge due volte l'anno a Montpellier e che a me piace molto. Ogni volta viene scelto un quartiere diverso che diventa teatro di diversi spettacoli estemporanei piuttosto che di installazioni artistiche, proiezioni, rappresentazioni teatrali in strada e così via.  L'ultima volta ad Aprile mi era piaciuto talmente tanto che ci tenevo ad esserci anche questa volta. Il quartiere di questa edizione autunnale 2012 è il quartiere di Les Arceaux che non conoscevo per niente ma mi ha conquistata.
Ci hanno accolto così, tra le strisce logo dello ZAT
 Non sono riuscita a vedere tutti gli spettacoli previsti, a differenza dell'altra volta i vari eventi erano concentrati in spazi più ristretti che si sono rivelati decisamente affollati per chi come noi si muove con due papole/passeggini.
L'installazione pù grande e sicuramente più entusiasmante è stata la Kermesse della Compagnia La Machine. Una piccola fiera con otto stand tra cui: le tir à la chandelle, la pêche à la flamme, la tournebroche ou le chocoleur. Protagonista assoluto il fuoco, peccato non sia stato possibile immortalarlo.
Sembrava di essere aver fatto un salto indietro nel tempo, di essere catapultati in un bel libro di illustrazioni con gli occhi sgranati e la bocca aperta ad ogni sbuffo di Fuoco o tintinnio di campanella. Più volte mi sono voltata quasi convinta di veder spuntare un mangiafuoco Barbuto, Altre, confesso, mi è sembrato di essere alla fiera di PollyAnna mancava solo la frutta candita.(Lo so avrei potuto crescere vedendo film migliori).
 
Anche se non siamo riusciti a vedere tutto quello che lo ZAT offriva ne abbiamo aprofittato per respirare la bella atmosfera e per scoprire che Les Arceaux è un quartiere che merita un'altra visita sia perchè c'è un bel Mercato il Sabato mattina  sia perchè il giovedi pare ci sia il Biblio Bus che su di me, lettrice di Bennet, stimola la curiosità di incontri inaspettati, magari regali.
 Per ora ho individuato la  mia piazzetta preferita. animata, per l'occasione, da spettatori arrampicati. 
 Infine foto ricordo fronte retro







4 commenti:

  1. che belle le foto della piccola fiera! sembrano davvero catapultarti indietro nel tempo e poi sanno prorio di Francia ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e pensa che le fotorendono davvero solo in parte la bella atmosfera che c'era!

      Elimina
  2. Sinceramente, non capisco cosa ci vai a fare al corso di fotografia! Che vuoi imparare, che sei già brava da sola?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SAbato porto le foto alla lezione e poi ti dico quanti errori mi scova :))

      Elimina