Il sonno della mia famiglia

Tanto ho già scritto di quanto le mie figlie siano poco inclini al sonno, ne ho parlato qui & qui persino qui . Ho parlato della lunga battaglia per ottenere la prima notte filata di papolagrande e la lotta ancora in corso per godere di una notte di fila di papolapiccola. Semmai un giorno L'EVENTO DI DORMIRE una NOTTE INTERA si dovesse verificare, per entrambe, ma soprattutto CONTEMPORANEAMENTE potrebbe anche provocarmi un mancamento per l'eccessiva emozione.
Il nostro sonno è stato completamente stravolto.
Papomarito, seppur abituato a dormire poco, ne è uscito letteralmente stravolto.
Per me, nata stanca ed assonnata, è stata, ed è tutt'ora, una esperienza devastante.
Nell'era pre papole io ero quella dal sonno pesante, di quelle che non le svegli  neanche con le cannonate, dormivo almeno 10 ore per sentirmi riposata e se mi si lasciava dormire andavo tranquillamente ad oltranza.
Ma, in un'altra vita, devo aver torturato almeno un intero continente con la privazione del sonno e adesso la legge del contrappasso mi sta punendo. Perchè nulla ti tortura di più della privazione del sonno.
Mi avevano preparato al fatto che, mediamente ,un neonato si sveglia ogni tre ore, mi preoccupava il fatto che non riuscissi a sentirla piangere visto il sonno pesante di cui sopra ma la realtà è stata ben diversa.
Mi sono ritrovata una bimba che si svegliava ogni 40 min, al massimo un' ora e l'unica cosa a cui riuscivo a pensare era: E' INSOSTENIBILE.
Tuttavia si scoprono risorse che mai avresti pensato di avere, il corpo si adegua come se si  abituasse alla privazione, doti di resistenza che stupiscono te e chi ti sta accanto al punto da chiedersi se il mio eutirox quotidiano nascondesse qualche  stupefacente. Dall'altra, però, ci sono i momenti bui, tanti, le lunghe giornate in cui ti trascini perchè fai fatica a tenere gli occhi aperti ma non puoi dormire perchè lei è sveglia.
Ricordo la sensazione di non riuscire a farcela, di impazzire, perchè ogni volta che chiudevo gli occhi venivo bruscamente svegliata dal pianto.
Guardare l'orologio ad ogni risveglio mi irritava ma non ne potevo fare a meno.
Svegliarsi la mattina più stanchi di quando si è andati a dormire è una sensazione deprimente.
Nella maggior parte delle notti  ho mantenuto la calma ma ci sono state anche notti in cui ho sbroccato e si sono sentiti urla e pianto ma questa volta erano miei.
Mi sono ritrovata a scuotere una bambina di pochi mesi  gridandole di dormire.
Me ne sono pentita un istante dopo, mi sono sentita una cattiva madre ma allo stesso tempo consapevole di essere guidata dall'esasperazione.
Ricordo che Papolagrande aveva due mesi e io mi sentivo riposata quando riuscivo a dormire due ore di seguito, a ripensarci, ancora adesso, mi vengono i brividi.
Il famoso risveglio ogni tre ore, che normalmente si attribuisce ai neonati, in casa nostra lo abbiamo vissuto dopo il primo anno di età.
Ma a quel punto è stata la volta di papolapiccola.
Tu, che ti senti una sopravvissuta, ti ripeti come un mantra: non può risuccedre, non può piovere sul bagnato. Io da piccola mi addormentavo da sola alle 19.00 per poi dormire tutta la notte e i miei geni vorranno pur dire qualcosa?
Papolapiccola mi ha illusa e tutt'ora il suo sonno è il mio incubo peggiore.
Va da sè che con due figlie così, da subito, sono saltati schemi ed assunzioni, l'unico obiettivo era la sopravvivenza.  Di conseguenza porte aperte al lettone, letti sempri pronti in ogni stanza deputata al sonno, la danza dei letti sempre pronta ad accogliere papole piangenti necessitanti della presenza di mamma o papà. Comodini organizzati con tutta l'artiglieria da notte: biberon di acqua, biberon di camomilla, un paio di ciucci, radiolina con musica rilassante. Il nostro letto è diventato un condominio ma nonostante tutti gli svantaggi abbiamo scelto il male minore perchè papomarito l'indomani lavora,  perchè io, rassegnata ai continui risvegli e alla tetta opensource, non riesco a tollerare, OLTRETUTTO, di alzarmi , camminare, dondolare  quando invece  vorrei solo dormire. Ora che Papolapiccola non è più tettadipendente si intravede una piccola luce in fondo al tunnel. La notte ci si mette a letto dicendo -speriamo vada meglio e nonostante tutto siamo sopravvissuti.
questo post partecipa al Blogstorming

5 commenti:

  1. da mamma di gemelle capisco molto bene il problema ;-))) non per altro il mio utero ha il lucchetto ormai da 7 anni!
    grande stima per chi non ha la mia smaniosa necessità di abbracciare morfeo per 8 ore (MINIMO!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io nutro profonda invidia per quelli a cui bastano poche ore, quelli che si svegliano prima della sveglia, quelli che al mattino non hanno bisogno di rodaggio.

      Elimina
  2. Te lo dico? Sempre dormito! E io per sentirmi in forma devo dormire almeno per 8 ore, 10 sarebbe l'ideale...

    RispondiElimina
  3. Come vi capisco... io ero una dormigliona come voi... ora sono sempre on, e mi meraviglio di me stessa :)

    RispondiElimina
  4. @destinazionestero: zitta, non lo dire, l'hai detto, vabbè mi deprimo ;-))))
    Artemamma: da dormiglioni si soffre il doppio:-)

    RispondiElimina