L'ottimismo contagioso della vacanza e gli errori nel fare la valigia

Siamo rientrati da una settimana di vacanza e a parte le paturnie per il rapporto con papolagrande stavo riflettendo sugli sbagli commessi nel fare la valigia peccando di facile ottimismo ovvero pensando che avrei trovato un pò più di tempo per me e sottovalutando che in vacanze in realtà si fanno molte più cose che a casa, per carità piacevoli  ma pur sempre più cose da fare.
Errore 1: la piastra per i capelli, ovviamente non ho mai avuto il tempo di usarla, sono andata in giro con lo stile di chi le è scoppiata una miccetta in testa o alla meglio con tanto di elasticone a raccogliere il tutto e mi è venuta di nuovo voglia di un taglio minimal
Errore 2: smalto e acetone, pensando di avere tempo per rimuovere e rimettere lo smalto sui piedi e magari perchè no metterlo anche sulle mani
Errore 3: libro da leggere, dove? in aereo? sul lettino in piscina? prima di addormentarmi? ho provato a leggere una intervista su Vanity Fair, tempo stimato per la lettura 10 minuti, sono arrivata a metà.
Errore 4: solari, pensando di avere il tempo per prendere il sole abbastanza a lungo da necessitare protezione
Errore 5: mettere in valigie un paio di gonne nella speranza di prendere un pò di sole alle gambe.
Ma tutto sommato è stata una gran bella vacanza.

1 commento: