Cena tra amiche: momento di irrinunciabile leggerezza e non solo.

É la seconda volta che lascio marito e papole da soli per una serata libera e devo dire che, dopo una settimana con poche ore di sonno all’attivo e dopo una lunga giornata senza sosta, poche cose hanno un effetto benefico come una bella cena tra amiche. Un momento di leggerezza irrinunciabile, e non solo, con le mie quattro amiche mamme. Siamo "Amiche di Panza" e non perchè ci vediamo spesso per darci giù con la forchetta ma perchè ci siamo incontrate al corso preparto per la gravidanza di papolagrande. Ricordo bene ognuna di loro quando si è presentata al corso. La lunga chioma bionda e riccioluta accompagnata dalla contagiosa risata di mammauno, il sorriso solare e molto dolce di mammadue, la classe e l'eleganza di mamma tre e l’ironia e la sagacia di mamma quattro (l’ordine è rigorosamente quello di presentazione, ricordo esattamente dove erano sedute!). Ricorderò sempre:
La visita alla sala parto del vicino ospedale, se ancora oggi ci ripenso mi vengono le lacrime agli occhi per le tante risate. 
Il lungo inverno trascorso insieme, spesso in casa, sedute sul divano per ore e le uniche attività erano allattare, chiacchierare, prendere the e pasticcini e farci tanta compagnia. 
Le giornate di pioggia trascorse gironzolando al centro commerciale tra shopping, pranzi e chiacchiere
Le belle giornate al parco, in piscina e dovunque avessimo voglia di andare con papole al seguito. 
Viene da pensare che sia facile fare amicizia per cinque donne che stanno facendo lo stesso percorso, in parte è vero abbiamo vissuto insieme le varie fasi della crescita delle nostre bambine con tutte le ansie, le preoccupazioni, i dubbi e le perplessità che i neonati riescono ad innescare  ma abbiamo anche goduto del continuo confronto che spesso è servito a ridimensionare i timori da neomamma. Abbiamo vissuto insieme anche tutte le gioie nel vedere le nostre cucciole crescere insieme, all’inizio ignorandosi allegramente poi man mano interagendo fino a riconoscersi come “amichette”.
Di certo siamo state facilitate dall’essere mamme “contemporaneamente” ma anche ora che ognuna ha ripreso la sua vita dopo la maternità siamo più unite che mai e mi considero fortunata. L’alchimia che si crea quando siamo insieme è incredibile, non ci occorre nulla altro che poter chiacchierare per ore. Pur essendo cinque donne non ho mai avvertito nessuna forma di competizione ma solo solidarietà, complicità ed empatia, riusciamo a parlare di tutto (anche di argomenti che a tavola risulterebbero inopportuni per chiunque altro), ridere di cuore fino a farci venire le lacrime, confessarci anche i problemi più seri perchè “dircelo” da la sensazione che anche i fardelli più pesanti diventino un pelino più leggeri almeno per quelle ore che trascorriamo insieme. Mi sembra di conoscerle da sempre e ogni volta che le saluto spero di rivederle presto. Anche ieri sera è stato bello, l’alchimia ha funzionato anche questa volta e prese dalle nostre chiacchiere quasi non ci siamo accorte che dopo un’ ora ancora non ci avevano portato nulla da mangiare.

Nessun commento:

Posta un commento