La vita dei secondi figli

La vita dei secondi figli non sempre è facile!
Di sicuro non sto scoprendo una novità eclatante e del resto una delle frasi più frequenti quando aspetti il secondo figlio è “vedrai sarà tutto diverso,  tu sarai più rilassata e crescerà da se”.
Effettivamente tu sei molto più rilassata ma è anche vero che i secondi figli non godranno mai dell’esclusività dei primi.
Fin dalla nascita è tutto diverso.
Quando nasce il primo figlio tutto ciò che ti circonda viene contagiato dall’euforia della nuova vita e sembra che tutti stiano aspettando il tuo cucciolo appena nato, piovono regali, fiori & co, anche da chi non ti aspetti.
Con i secondi no. I regali si dimezzano e ogni attenzione al piccolo appena nato deve essere compensata da un’attenzione verso il grande. Anche io e papomarito ci siamo preoccupati di comprare piccoli pensierini per papolagrande per quando papolapiccola avrebbe ricevuto regali.
Se ai primi figli basta un “nghè” per far accorrere tutti, i piccoli a volte sono costretti a piangere per lunghi minuti prima di ricevere la giusta consolazione. Papola piccola non hai mai goduto di lunghi pomeriggi invernali in braccio alla sua mamma o quantomeno sono sempre stati intervallati dalle incursioni di papolagrande. Per non parlare delle poppate non sempre tranquille e silenziose ma piuttosto interotte da richiami verso papolagrande.
Aggiungiamo poi che Papola piccola è costantemente sotto l’assedio di papoloagrande che spesso e volentieri si lancia in attentati di diversa natura ovvero a volte camuffati da coccole fin troppe calorose a volte con il palese scopo di farle male.
Se per i primi figli c’è una foto per ogni istante di vita almeno fino al primo anno per i secondi è già tanto se c’è una foto al mese.
Inoltre i secondi figli sono destinati al riciclo per tutto: vestiti, giocattoli, libri.
Di certo c'è che l’equilibrio a quattro non è affatto semplice per nessuno, la mamma si sente spesso inadeguata e sente di non dedicare abbastanza tempo a nessuna delle due papole. Si dedica ad una e si sente in colpa per l’altra. Anche papo ci ha messo un pò di tempo prima di riuscire a capire come fare per dedicarsi ad entrambe. Istintivamente viene naturale dedicare molte attenzioni ai grandi per paura che soffrano troppo per la gelosia pensando ingiustamente che ai piccoli appena nati basti solo la tetta.
Si dice che i secondi figli imparino più in fretta, ci credo! Capiscono subito che per attirare l’attenzione devono darsi un bel pò da fare.
Ma poi un pò alla volta si prendono le misure, si cerca di arginare la prepotenze dei figli grandi e si cerca di equilibrare le attenzioni.
Alla fine di tutto sono convinta che, nonostante tutte le difficoltà e le angherie subite, abbiamo fatto ad entrambe le nostre papole un regalo prezioso: una sorellina e a nessuna delle due mancherà mai l’amore. Come mi ha insegnato una mamma saggia “forse dovrai dividere il tuo tempo tra due bambine ma l’amore per i figli non si divide si moltiplica”.

3 commenti:

  1. Quanto è vero, quanto hai ragione...

    RispondiElimina
  2. Ciao, hai scritto questo belliissimo post quando il mio secondo era appena nato (da 14 giorni) condivido ogni parola. bel blog, bella scelta espatriare

    RispondiElimina